Sono stati giorni molto intensi quelli passati all’interno del Kay Bailey Hutchison Convention Center di Dallas, in Texas, dal 10 al 13 Febbraio. Intensi e strapieni di novità, tre giorni in cui io e altre 7000 persone abbiamo respirato aria di innovazione in tutti i momenti. Di seguito il riepilogo delle tre giornate.

Giorno 1

La prima giornata è cominciata con la sessione più attesa dell’evento, la General Session, che non ha tradito le aspettative.
Qui infatti sono state annunciate quattro grandissime novità dal CEO Gian Paolo Bassi:

  • 3DEXPERIENCE.Works – il concetto è quello di aumentare le risorse a disposizione dell’utente SolidWorks dando accesso alla piattaforma 3DEXPERIENCE di Dassault Systèmes. 3DEXPERIENCE.Works non è una nuova piattaforma, sia chiaro, è un modo per intendere come SolidWorks viene collegato alla 3DEXPERIENCE.
  • DELMIAWORKS – software per organizzare la parte esecutiva vera e propria della produzione di aziende medio/piccole. Integrato completamente con il 3DEXPERIENCE Marketplace annunciato l’anno scorso, DELMIAWORKS permette di linearizzare tutto il processo che va dall’ordine, alla produzione, fino alla spedizione in un’unica schermata.
  • xShape – seconda “xApp” presente sulla 3DEXPERIENCE, compatibile con tutte le applicazioni sia Desktop sia presenti sulla piattaforma. Si affianca a xDesign e permette la modellazione Sub-D (creazione di forme freeform in maniera più flessibile rispetto alla più tradizionale modellazione per superfici).
  • 3DEXPERIENCE World 2020 – l’evento SolidWorks più atteso dell’anno cambia nome dal 2020. Cambia nome ma la sostanza rimane la stessa: SolidWorks sarà sempre al centro della 3DEXPERIENCE.Works ma includerà sempre più novità 3DEXPERIENCE.

3DEXPERIENCEWorks

3DEXPERIENCE World

Nel pomeriggio invece sessioni tecniche.

  • Additive Manufacturing: sapevi che il settore della stampa 3D di materiali metallici è cresciuto di 9x negli ultimi 5 anni (2013 – 2017)? E che grazie al DfAM si riesce a diminuire notevolmente il peso di un componente ottimizzando gli stress massimi raggiunti? E invece che gli stampi creati in AM raggiungono livelli di efficienza ben più alti di quelli tradizionalmente lavorati in CNC? Pazzesco, no?
  • Ottimizzazione Topologica: un’azienda brasiliana produttrice di macchinari agricoli grazie all’utilizzo dell’Ottimizzatore Topologico di SolidWorks ha modificato la forma di un proprio componente per vangare il terreno, con conseguente aumento dell’efficienza, e ha anche compreso che avrebbe dovuto cambiare il processo di produzione da fresatura a forgiatura. In questo modo ha ridotto drasticamente il costo di produzione totale da 884$ ad un costo di 475$. Beh, WOW!

Giorno 2

Seconda giornata cominciata con il racconto della vera forza di Dassault Systèmes: il reparto R&D.
Questo conta circa 6700 impiegati (ognuno con l’esperienza atta a migliorare una parte della suite di prodotti a disposizione degli utenti), il 40% di tutta l’azienda, con un costo annuo di 600 Milioni di Dollari.

Qual è, dunque, Il futuro più imminente?

  • La 3DEXPERIENCE integrata direttamente nel Task Pane di SolidWorks: un’intera piattaforma disponibile con un clic all’interno dell’interfaccia SolidWorks.
  • I software per una migliore collaborazione interna:
    • 3DDrivearchiviazione in Cloud dei file, che divengono quindi disponibili su qualsiasi dispositivo connesso alla piattaforma. Si possono aggiungere commenti alle nuove versioni dei file, migliorando così la comunicazione.
    • 3DSwym – un vero e proprio social interno all’azienda. Qui si possono creare “post” di qualsiasi contenuto come modelli 3D, video, etc. con possibilità di commentare e mettere like. Inoltre sono disponibili chat private tra utenti o di gruppo e videocall che migliorano ulteriormente la collaborazione aziendale.
    • 3DPlay – applicazione per smartphone per la realtà aumentata per poter interagire con il modello 3D direttamente nell’ambiente che circonda l’utente.
  • Logicamente con tutte queste applicazioni ci dovrà essere un software che fa da contenitore di queste informazioni: e qui arriva Enovia e il suo PLM. Un PLM su Cloud che permette di abbattere i costi per l’infrastruttura server e che collega utenti senza nessun limite.
  • Utilizzare Simulia su Cloud: permette una velocità di calcolo fino a 10 volte maggiore, oltre ad essere molto fluido nell’utilizzo.

Continuando, nell’intervento successivo è stato introdotto SolidWorks Sell: configuratore di prodotto di tipo “Do it Yourself”. Supporta la realtà aumentata (AR) per visualizzare il prodotto che si sta acquistando nell’ambiente che ci circonda. Come se non bastasse è integrato con SolidWorks, quindi qualsiasi modifica progettuale sul prodotto si aggiorna con un clic sul sito.

Giorno 3

Anche questa ultima giornata si è aperta con la General Session, analizzando SolidWorks da un altro punto di vista, come stimolo alla creatività delle persone.
SolidWorks è sempre visto come un software che aiuta i progettisti nelle aziende a fare meglio il loro mestiere. Beh sì, è vero.

Ma SolidWorks è molto di più: “SolidWorks è sulla strada per diventare l’Instagram o lo YouTube del mondo 3D.” dice Suchit Jain – SolidWorks VP Strategy & Business Development. SolidWorks unisce artisti, studenti e makers.
Permette agli artisti di vedere la propria arte ancora prima di averla prodotta, permette alle scuole di organizzare veri e propri concorsi per stimolare gli studenti a dare il proprio massimo, permette ai makers di pensare ad un componente e averlo tra le mani il giorno stesso o al massimo quello seguente. Potenza, potenzialmente illimitata.

Finita la giornata, la parte personalmente più emozionante: la Professional Solution Awards 2019 Dinner.
Perché? Perché, dopo tanti sforzi e certificazioni (24 se non sbaglio) sono diventato un ELITE Application Engineer SolidWorks. Grazie SolidWorks e Grazie Valore BF.

Marco Cirani Elite Application Engineer